Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Autocertificazione dello status di immigrato ai fini dell'assistenza sanitaria urgente in Italia

 

Autocertificazione dello status di immigrato ai fini dell'assistenza sanitaria urgente in Italia

Autocertificazione dello status di immigrato ai fini
dell'assistenza sanitaria urgente in Italia prevista dal Decreto del Ministro
della Salute dell'1 febbraio 1996.

Viene meno l'obbligo, per il cittadino residente all'estero che si reca
in Italia, di ottenere dal Consolato l'attestazione finalizzata all'erogazione
sul territorio nazionale di prestazioni ospedaliere urgenti a titolo gratuito,
eliminando un'incombenza per i cittadini e per la rete consolare.

Il Ministero della Salute ha confermato che la condizione di emigrato puo' e deve essere attestata mediante
dichiarazione sostitutiva di certificazione da presentare alla competente ASL,
con la quale il cittadino autocertifica:

A - di essere nato in Italia, di possedere la cittadinanza
italiana, nonche' di risiedere all'estero, indicando il Comune di iscrizione
AIRE.

oppure

B - di essere nato all'estero, di possedere la cittadinanza
italiana, di aver risieduto in Italia, indicando il Comune di iscrizione
all'Anagrafe della popolazione residente (ANPR), di risiedere attualmente
all'estero ed essere quindi iscritto all'Anagrafe degli italiani residenti
all'estero (AIRE).

 

 


189