Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Struttura Istituzionale e Popolazione

 

Struttura Istituzionale e Popolazione

POPOLAZIONE E INDICATORI SOCIALI ED ECONOMICI

Popolazione residente:
38.400 (al 31.12.2015)

Tasso di crescita: 2,2%

Forza lavoro: 52.177 compresi i frontalieri nel 2014 (8,2% settore pubblico e 91,8% settore privato) fonte: Monaco en chiffres 2015 (fonte IMSEE)
Frontalieri italiani: 3.624 (a novembre 2014)

Religione: CATTOLICA ROMANA, ARCIVESCOVO BERNARD BARSI DAL 2000 (RELIGIONE DI STATO).
Lingua: Francese (ufficiale), monegasco, italiano, inglese

Principali partiti e movimenti politici:
Orizzonte Monaco, Unione Monegasca, Rinascita

Imprese (settori principali):

Tecnico-scientifico, servizi amministrativi, commercio all’ingrosso e attività immobiliari (n.715 nel 2014)

Corporate tax: 33,33%

Quadro istituzionale

Il potere legislativo è esercitato dal Consiglio Nazionale (Parlamento), che legifera in accordo con il Principe Sovrano, il quale, a sua volta, amministra il potere esecutivo nominando direttamente il Ministro di Stato e i Consiglieri di Governo - Ministri.

Il Trattato di amicizia e cooperazione sottoscritto il 24 ottobre 2002 con la Francia, completato nel 2005 da una Convenzione di cooperazione amministrativa, ha dato luogo a profonde ripercussioni sul piano politico interno. Le modifiche alla Costituzione hanno riaffermato l’indipendenza e la piena sovranità del Principato e hanno adeguato il sistema costituzionale agli standard del Consiglio d’Europa, di cui il Principato è divenuto membro il 6 ottobre 2004.

La più rilevante modifica costituzionale attiene alla successione al trono, affinché, in mancanza di successione diretta, il Principato non diventi protettorato francese. Per scongiurare tale ipotesi, è stata riammessa la successione al trono per via collaterale.

Il Ministro di Stato, che può essere cittadino francese o monegasco, viene nominato direttamente dal Sovrano previo gradimento di Parigi, e non è responsabile di fronte al Consiglio di Stato. Sono stati modificati i poteri di quest’ultimo e il sistema elettorale: 24 membri, eletti con il sistema proporzionale e premio di maggioranza, con soglia di sbarramento al 5%. L’età minima per l’elettorato attivo è scesa a 18 anni. All’Assemblea sono stati conferiti nuovi poteri in materia di politica estera e di iniziativa legislativa, prima riservata solo al Governo.

Il Principe ha la facoltà di accreditare Rappresentanti diplomatici stranieri. Monaco intrattiene relazioni diplomatiche con 121 Paesi; ha 11 Ambasciate accreditate in 25 Paesi e 5 Rappresentanze Permanenti presso Organismi Internazionali. Può, inoltre, contare su 124 Consolati Onorari in 72
Stati, accreditandone 75 nel Principato. Dal 2 gennaio 2006, in seguito agli accordi franco-monegaschi, gli allora Consolati Generali d’Italia e Francia sono stati elevati ad Ambasciate.

Composizione del Governo

Il Governo monegasco è così composto:

Ministro di Stato, Serge Telle (di nazionalità francese)

Consiglieri di Governo - Ministri:
Dipartimento dell’Economia e delle Finanze, Jean Castellini
Dipartimento per le Relazioni Esterne e la Cooperazione, Gilles Tonelli
Dipartimento dell’Interno (competente anche per educazione e cultura), Patrice Cellario
Dipartimento della Salute, degli Affari Sociali e del Lavoro, Stéphane Valeri
Dipartimento dei Lavori Pubblici, dei Trasporti e dell’Ambiente, Marie-Pierre Gramaglia.

Il Presidente del Consiglio Nazionale (Parlamento) è Christophe Steiner


196